L’insalata mista del sud della Francia: la Nizzarda

La salade nicoise – come viene chiamata dai francesi – è un piatto colorato e sfizioso tipico di Nizza e in generale della Costa Azzurra e della Provenza (ma per estensione viene preparato anche nella costa ligure). Vi sarà probabilmente capitato di assaporarla al termine di una mattinata in spiaggia o in una pausa veloce nella vostra giornata, soprattutto se siete stati in vacanza nel meraviglioso Sud della Francia, e di aver pensato alla differenza rispetto alle insalate consumate qui da noi. La Nizzarda è infatti un’insalata solo esteticamente simile alle tante insalate da bar che vengono preparate frettolosamente per le pausa pranzo durante la giornata in ufficio, ma in realtà molto curata e diversa nella scelta degli ingredienti.

Con cosa si prepara l’insalata Nizzarda? Si tratta di un piatto unico tipicamente estivo a base di lattuga, verdure crude di stagione, uova sode e tonno sott’olio. Tra le verdure si utilizzano di solito peperoni, pomodori, carciofi, olive, acciughe sotto sale e per il condimento unicamente olio extravergine di oliva, sale e pepe mentre non è previsto l’utilizzo dell’aceto. C’è una variante molto diffusa che prevede l’utilizzo di fagiolini e patate lessate al posto dei peperoni ma in questo caso si tratta di una rielaborazione diffusa in Liguria (dove il piatto viene chiamato condiglione) e negli altri Paesi in cui si consuma questa insalata, che però nella versione originale francese prevede solo l’uso di verdure crude.

La Nizzarda è un’insalata mista apparentemente molto semplice ma che necessita di alcune accortezze per essere davvero speciale e gustosa e per rispettare la ricetta originale a dispetto delle rielaborazioni dovute alla sua diffusione a livello internazionale. Per prima cosa è fondamentale che gli ingredienti siano di ottima qualità scelti tra i migliori prodotti locali a disposizione: bando quindi ai prodotti dozzinali sia per quello che riguarda il tonno che le verdure. Le uova poi devono essere cotte e tagliate alla perfezione, preferibilmente a spicchi piuttosto che a rondelle per evitare che si sbriciolino. Un’altra caratteristica tipica consiste nel non mescolare gli ingredienti ma nell’adagiarli semplicemente uno vicino all’altro lasciando che si amalgamino poi tra di loro naturalmente o secondo i gusti specifici di chi consuma il piatto. Nel pieno rispetto della ricetta francese poi – come abbiamo detto – bisogna evitare l’uso dell’aceto.

Nel menù di ‘Gusto, oltre all’ insalata Ceasar, alla polpo e patate, all’insalata con i calamari, alla caprese e alla prosciutto e mozzarella, troverete anche un’ottima Nizzarda, presente in modo stabile nella nostra offerta. Preparata secondo tutte le regole della tradizione del Sud della Francia di cui è originaria, l’insalata Nizzarda è ottima anche come piatto unico per un pasto saporito e nutriente ma anche leggero.