La piazza

Quando il primo locale del gruppo ‘Gusto è stato aperto, nel maggio 1998, la riqualificazione della piazza non era ancora iniziata, ma la proprietà decise comunque di investire in questa parte di Roma permeata di storia. Una suggestiva addizione mette insieme opere di incredibile bellezza, chiese, monumenti e siti archeologici.

Una location storica

Tante le epoche presenti, le forme architettoniche, dal Mausoleo di Augusto, anche noto come Augusteo, imponente monumento funerario del I secolo a.C., di pianta circolare, al Museo dell’Ara Pacis, altare dedicato da Augusto nel 9 a.C. alla Pace, nella sua accezione di divinità. Tra gli ultimi lavori di recupero della piazza, c’è la teca dell’Ara, commissionata al grande architetto Richard Meier, costruita in acciao, vetro, travertino, stucco, primo grande intervento architettonico-urbanistico attuato nel centro di Roma dai tempi del Fascismo. Nei piani dell’immediato futuro il Comune di Roma ha presentato progetti di riqualificazione che prevedono di riportare la piazza davanti al Mausoleo di Augusto, alla quota archeologica, con il recupero e il restauro delle pavimentazioni antiche del I sec. d.C. che costituiranno il sagrato del sepolcro imperiale. Sulla piazza sono visitabili anche le chiese di San Rocco e San Girolamo dei Croati.